Ita1    Ita2    Ita3    Ita4

 

12.06.20

Cong

 

08.05

Text1   T2   E1

 

05 Maggio

29/04

E2     E3     E4     E5

 

29/04

E1    E2     E3     E4     E5

 

15 Aprile

E1   E2   E3   E4   E5   E6   E7

13 Aprile:

verben-LAST

CI oppure NE

E8;   E9;   E10;   E11;   E12;   E13;   E14;

 

 

CI o NE

 

  1. Qui non ci posso più vivere.
  2. Sei certo che verrà? – Sì, ne sono certo.
  3. Ho messo il libro sulla scrivania. – Ci metti anche i miei occhiali?
  4. Scusa, ho torto. Me ne rendo conto adesso.
  5. Ogni giorno passavo per quella strada. Oggi, non ci passo più.
  6. Ho commesso un grosso errore. Ci penso ancora spesso.
  7. Basta! Non se ne parla più!
  8. Non ci vedo affatto?
  9. Quanto ci metti per arrivare a casa di Marco?
  10. Che sonno! Non ce la faccio più a stare sveglio.

 

  1. Chi parla di Paolo e Francesca? – Ne parla Dante nella Divina Commedia.
  2. Chi parla con Francesca nella Divina Commedia? – Ci parla Dante.
  3. Vuoi un po‘ di caffè? – Sì, grazie ne voglio una tazzina.
  4. Rimani in biblioteca? – No, me ne vado a casa.
  5. Da quanto tempo abiti in Catalogna? – Ci abito da dieci anni.
  6. Vuoi riprovare a riparare il rubinetto? – No, ci rinuncio.
  7. Hai gli occhiali nuovi? – Sì, adesso ci vedo bene.
  8. Credi in Dio? – Non ci credo, sono ateo.
  9. Ti penti di non avere studiato? – Sì, me ne pento.
  10. Danilo, penserai a quello che ti ho detto? – Sì, ci penserò.

 

 

  1. Vieni al cinema? – No, non ci vengo
  2. Vieni al cinema? – Mi dispiace ho appena visto il film, infatti ne vengo adesso.
  3. Pensi tu a comprare il latte? – Si, ci penso io.
  4. Tu che ne pensi di questo libro?
  5. Quanti dischi hai comprato? – Ne ho comprati tre.
  6. Chi viene a cena? – Ci vengono i soliti amici.
  7. A che ora si entra a scuola? – Ci si entra alle 8.
  8. Conosci la pittura di Giotto? – No, non ne so nulla.
  9. Quanto zucchero prendi? – Ne prendo un cucchiaino.
  10. Perché non vai dalla nonna? – Ci andrò domani.
  11. Per andare a Venezia ci mettiamo solo due ore.
  12. Sai niente dell’incidente che è capitato a Carlo? – No, non ne so nulla.
  13. Maria vuole cambiare computer. Tu che ne pensi?
  14. È un problema difficile: non ci capisco niente.
  15. Mio nonno ha detto che mi regalerà una macchina, ma io non ci credo.
  16. Volevamo prendere l’aereo delle cinque, ma non ci siamo riusciti.
  17. Gianni e Paolo se ne sono andati presto, perché non si divertivano.
  18. Per finire questo lavoro ci vogliono almeno tre settimane.
  19. È già passato l’autobus per il centro, signora? Credo di no, ma non ne sono sicura.
  20. Secondo me, quel ragazzo è molto carino. Tu che ne dici?

 

  1. Ho tante cose in tasca. Ci metto anche le caramelle.
  2. Stefania ama i libri. Ne ha centinaia a casa!
  3. Mi piace la biblioteca. Ci vado ogni fine settimana.
  4. Vorrei andare in vacanza. Ne ho proprio bisogno.
  5. Mi piace il teatro e ci vado spesso.
  6. Il ripostiglio è pieno. Ci metto tutti gli asciugamani.
  7. Non ho un euro in tasca. Ne hai venti da prestarmi?
  8. La farmacia è chiusa. Ci dovrò tornare lunedì.
  9. Quando torni a casa? Ci puoi arrivare entro le quattro?
  10. Questa camicia costa cinquanta euro. Ne ho soltanto trenta.

 

 

 

  1. Conosco bene Salerno, perché ci ho abitato per cinque anni.
  2. Alessandro non ama la carne e, infatti, ne mangia poca.
  3. Dopo il cinema, possiamo mangiare una pizza; che ne dici?
  4. Il mio capo mi ha invitato ad uscire con lui, ma io non ci sono andata.
  5. La torta era veramente buona e ne ho mangiate 3 fette.
  6. Avevo bisogno di sei sedie, ma ne ho comprate solo quattro, perché costavano troppo.
  7. Com’è dolce questo caffè? Quanto zucchero ci hai messo?
  8. Belle queste mele; ne prendo una, posso?
  9. Ho preso l’appuntamento dal dentista, ma non ci posso andare, perché ho l’influenza.
  10. Mio zio è un grande appassionato dei bonsai: ne ha più di 20!

 

 

  1. Ho comprato delle birre e ne ho bevute due > ho bevuto due birre > ne = di birre
  2. Ho fatto una torta ma ne voglio mangiare solo una fetta > voglio magiare solo una fetta di torta > ne = di torta

 

  • Sono stanca di questa festa, me ne vado > vado via da questo posto (dalla festa)
  • Andiamocene > andiamo via da questo posto
  • Matteo è entrato in quella stanza due ore fa ma non ne è più uscito > non è più uscito da quel posto (da quella stanza)
  • Hai sentito cosa è successo ieri alla manifestazione? No, non ne so niente > non so niente di questa cosa (di quello che è successo)
  • Andiamo al cinema, che ne dici? > che dici di questa cosa (di andare al cinema)
  • Hai preso l’aspirina? Sì grazie, ne avevo proprio bisogno > avevo bisogno di questa cosa (dell’aspirina)
  • Giorgio hai fatto l’esame? perché non me ne parli? > non mi parli di questa cosa (dell’esame)
  • Marco mi ha lasciato e ora ne sento la mancanza > sento la mancanza di questa persona (di Marco)

10 Aprile

Uno studente fa l’esame con un professore. Il professore dice, che Lei non sa niente su questo tema. Quindi le do il voto zerro. Lo studente risponde, il professore, lei e intelligente. Mi fa  cortesemente un esempio di una cosa, che sia legittima ma che non sia logica. Dopo un esempio di una cosa, che sia logica, ma che non sia legittima. E dopo per una cosa, che sia non logica e nemmeno legittima. Se non si puo darmi un esempio di queste cose, vi prego darmi il vuoto cinque. Dopo dieci minuti il professore non ha trovato di nulla dei esempi. Lo stuedente riceva il vuoto cinque. Un altro studente entra. Il professore dice subito: “non interessa un cazzo la tua biologia! Mi dai un esempio di una cosa, che sia legittima ma che non sia logica. Dopo un esempio di una cosa, che sia logica, ma che non sia legittima. E dopo per una cosa, che sia non logica e nemmeno legittima!”. Lo studente risponde: questo è molto facile, signor professore. La sua moglie e una donna di 20 anni e Lei ha 75 anni – questo è leggitimo, ma non è logico. Lo studende, che era qui prima fa sesso con la sua moglie da un tempo. Questo è logico, ma non è leggitimo. E dopo tutto Lei da un vuoto uno a lui – questa cosa è non logica e nemmeno legittima.

 

 

Una donna scrive una lettera al dottore. Dottore, sono preoccupata, perche‘ mio marito vuole sempre fare sesso. Fa sesso, quando siamo al cinema. Fa sesso, quando cucino. Fa sesso, quando guido la macchina. Vorrei solo sapere,  se questa cosa e‘ normale o no.

P.S. Mi dispiace per la mia calligrafia storta

________________

Coniugate i verbi tra parentesi per ricostruire il periodo ipotetico! Per ripassare il congiuntivo, il condizionale e il periodo ipotetico seguite i nostri collegamenti alla fine della pagina!

1) Se (io/essere) ___________ in te, starei attento
2) Mia sorella si preoccupa se io non (tornare) ___________ a casa all’orario stabilito
3) Se ieri (noi/vincere) ____________ _____________ quella partita, saremmo primi in campionato
4) Se studiaste di più, ora non (voi/dovere)________________ fare le ripetizioni
5) Se tu oggi non (dormire) ____________________ tutto il pomeriggio, (noi/potere) _______________ andare al mare
6) Se vinco al lotto, ti (io/fare) _____________ un regalo meraviglioso
7) Se (loro/sapere) _____________ quello che hai fatto, se la (loro/prendere) _______________ a morte
8) Se Carla (volere) ________________ saperlo, te lo (lei/chiedere) _____________
9) Se (loro/arrivare) _________ in tempo a Roma, vengono anche loro
10) Se me lo (tu/dire) _________________, ti avrei aspettato

_______________________

 

Periodo ipotetico 1

Periodo ipotetico 2

Periodo ipotetico 3

Periodo ipotetico 4

Periodo ipotetico 5

Periodo ipotetico 6

Periodo ipotetico 7

Periodo ipotetico 8

Periodo ipotetico 9

 

06 aprile

Costruisci le frasi utilizzando:

 

mi direste per piacere, se le mele sono fresche.

Vi raccontero quando ci vedremo

ti prestero questo libro a condizione che mi presti anche tu il tuo.

Soprattutto lo incontrero‘, se solo potessi ricordami il suo indirizzo.

Quando finera‘ il conoravirus andremo in Italia.

Ci  saranno meno colpiti da coronavirus  in Italia solo se le  gente rimarra‘ a casa

Tuttavia non e‘ sicuro, che queste accadra‘

innanzi a (davor, davanti a questa cosa) questa tragedia nessuno sapeva, quanto pericolosa sarebbe stata questa malatia.

A patto che tu glielo dica.

Te ne daro‘ tanto, affinché tu possa essere sazio.

Né caldo né freddo


Periodo Ipotetico1

Periodo Ipotetico2

Periodo Ipotetico3

Pronomi combinati1

Pronomi combinati2

Pronomi combinati3

Pronomi combinati4

 

Aprile 4

Dagli anni ’70, insieme al professore I. Skard, ho studiato l’attività biologica dei fattori naturali nell’aria presso il laboratorio di biofisica dell’Istituto di microbiologia presso l’Accademia delle scienze lettone. Questo lavoro è proseguito dal 1975 al 2010 presso la Facoltà di biologia dell’Università statale di Mosca  e nei miei laboratori scientifici a Riga, Mosca e Berlino. Nel 1991 sono diventato professore nell’area di ricerca di biofizica della clinica universitaria di Berlino Campus Virchow-Klinikum Charité.

Sulla base di 40 anni di ricerca, ho sviluppato e brevettato dispositivi medici e medicinali di nuova generazione per il trattamento e la prevenzione delle malattie del sistema nervoso centrale (SNC) e delle patologia broncopolmonari. Una parte significativa degli effetti terapeutici della nuova tecnologia è associata ai meccanismi di adattamento del corpo e all’elevata attività adiuvante dei prodotti.

In particolare, è stato sorprendentemente scoperto che l’uso dei nostri dispositivi e farmaci può contribuire al naturale aumento della sintesi di interferone nel corpo. Dati gli ultimi sviluppi nel mondo, l’applicazione del nostro know-how può migliorare l’efficacia della prevenzione e del trattamento delle infezioni da coronavirus. Sulla base di questi sviluppi e dei risultati scientifici e clinici ottenuti, abbiamo pubblicato articoli in reviste scientifiche internazionali tra cui russe e tedesche.

Oggi, come dottore in scienze biologiche, fisiologo e biofisico, sono pronto a discutere seriamente e con piena responsabilità con colleghi e organizzazioni interessate, i motivi per utilizzare i nostri studi al fine di prevenire e curare una serie di infezioni virali e batteriche. Ciò ha un impatto diretto sull’attuale problema del coronavirus e su insorgenze simili, previste da infezioni broncopolmonari in futuro. Alla base dell’offerta , è l’elevata efficacia terapeutica dei nostri dispositivi e tecnologie medici, e feedback positivi nella letteratura scientifica, é da istituzioni mediche.

 

 

 

 

 

 

I miei telefoni: a Berlino + 49 30 2652777; Mob. +49 (0) 176 34228365.

 

Penso che tu possa anche specificare WhatsApp.

Feedback geben

Verlauf

Gespeichert

Community

 

 

Aprille

30.03.

AllegroB1_Einstufungstest

27.03.2020

scheda40_periodoipotetico

scheda38_usodelleproposizioni

 

B1_grammatica_11

B2_lessico_16

B2_lessico_17

 

Completa i seguenti periodi, che contengono una proposizione concessiva, coniugando in modo opportuno i verbi posti tra parentesi.

  1. 1. Nonostante Angela (andare) …….andasse in vacanza al mare fin da quando era bambina, non sa nuotare.
  2. Benché (piovere) ….piovesse non faceva freddo.
  3. Pur (giocare) ……giocando bene, Alfredo è quasi sempre di riserva (ограничение, осторожность, сдержанность) perché ha poca resistenza.
  4. Anche se (io preparare) …..preparo un’enorme quantità di pasta, non ne è avanzata (продвижение, наступление ) neppure (даже не) un po’.
  5. Malgrado (несмотря на + acc., вопреки) (capire) ………capisce l’inglese, non sa parlarlo.
  6. Erminia, anche se il primo giorno della gita (cadere) ………………………………………. e (slogarsi) ………………………………………. una caviglia, è venuta con noi dappertutto, senza rinunciare neppure a una visita o a un divertimento.
  7. Sebbene (хотя (хоть); несмотря на ) Gustavo (nascere) ………….nascesse?? in Svizzera, vive in Italia dall’età di tre anni. 8. Sebbene (avere) ………..avessimo pochi soldi, le nostre vacanze furono bellissime.
  8. 1. Nonostante Paola (studiare) …….studiasse danza per alcuni anni, si è sempre rifiutata (бракованный) di esibirsi di fronte al pubblico. 2. Malgrado il nostro cane (essere) …………………………………… già avanti negli anni, ama ancora giocare. 3. Camillo sa benissimo di avere torto, anche se non lo (ammettere) …………………………………… mai. 4. Benché la villa (essere) …………………………………… costruita solo nei primi anni del Novecento, aveva il fascino di una dimora d’epoca. 5. Non si è fatto vivo, anche se (essere) …………………………………… avvisato in tempo.

Clicca sul link se vuoi scaricare gli esercizi sulla proposizione concessiva direttamente in formato word modificabile.

 

 

1. Indica in quale delle seguenti frasi vi è una congiunzione semplice, non formata da più parole.
Gli ha chiesto scusa anche se non ha riconosciuto il suo errore.
Gli telefonò e gli chiese scusa.
Mi fa male ogni volta che salgo le scale.
Gli parlò in modo da convincerlo.
2. Indica in quale delle seguenti frasi vi è una congiunzione coordinante.
Marisa, cioè la figlia di Teresa, è spesso assente da Roma.
Non venire perché non sono a casa.
Non so se pensa a me.
È così morbido che sembra un budino.
3. Indica in quale delle seguenti frasi vi è una congiunzione coordinante avversativa.
Venne quando poté.
Fa sempre come vuole lui.
Non viene né telefona.
Non vuole ma non si oppone.
4. Indica in quale delle seguenti frasi vi è una congiunzione coordinante conclusiva.
Passeggia un po’ poi va in piscina.
Non ho parlato né con lei né con suo fratello.
Abbiamo fatto i conti, pertanto è meglio non spendere troppo in questi mesi.
Gioca invece di studiare.
5. Indica in quale delle seguenti frasi vi è una congiunzione subordinante
temporale.
È sempre scontento mentre non gli manca nulla.
L’ho visto mentre entrava in garage.
Prendo l’autobus perché non ho la macchina.
È troppo pacifica perché possa litigare con qualcuno.
6. Indica in quale delle seguenti frasi vi è una congiunzione subordinante finale.
Parlo piano perché tu solo mi possa sentire.
Prendo l’autobus perché non ho la macchina.
È troppo pacifica perché possa litigare con qualcuno.
Dimmi perché ridi.
7. Indica in quale delle seguenti frasi vi è una congiunzione subordinante eccettuativa.
Non è poi così furbo come pensavo.
Non fa niente tutto il giorno fuorché dormire.
Urlava quasi fosse impazzita.
Se fossi in te non andrei.
8. Indica in quale delle seguenti frasi la congiunzione subordinante introduce una interrogativa indiretta.
Quando vorrai potrai venire da me.
Ti dico che hai ragione.
Vorrei sapere perché non hai studiato.
9. Indica quale proposizione introduce la congiunzione tra virgolette nella seguente frase: Non mangia „perché“ è stato operato da poche ore.
Concessiva.
Causale.
Finale.
Dichiarativa.
10. Indica quale proposizione introduce la congiunzione tra virgolette nella seguente frase: ”Sebbene“ avesse capito e studiato, non rispose all’interrogazione”.
Condizionale
Concessiva.
Limitativa.
Esclusiva.

 

 

17/02/18

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

vb